giovedì 27 settembre 2007

Lettera aperta a un direttore di giornale (uno qualsiasi tanto su Grillo avete detto tutti le stesse cose)

Gentile direttore

Chi le scrive e’ un cittadino che ha seguito negli ultimi anni le battaglie civili portate avanti dal Sig. Beppe Grillo. Dal 1996 ho visto il Sig. Beppe Grillo impegnato in campagne di denuncia contro Telecom Italia (allora forse si chiamava ancora Sip? Se lo ricorda? Era la battaglia contro il 144), Parmalat, FIAT, la ABI, ancora Telecom, Nestlé, Consob e quant’altro… sa dirmi caro direttore perchè nel nostro paese deve essere il Sig. Grillo a informarmi che nel consiglio di amministrazione di Barilla siedono i maggiori azionisti di compagnie produttrici di armi (non é cosa da poco: voglio sapere quanti bambini vengono uccisi ogni volta che preparo un piatto di spaghetti)? Perché deve essere sempre il Sig. Grillo a spiegarmi che esistono da più di 20 anni automobili capaci di fare 100 km con un litro o addirittura di andare a idrogeno? O perché deve essere ancora lui a spiegarmi come funziona il capitalismo italiano dove un consigliere di amministrazione può occupare un posto nel CDA di 7, 8 o 9 aziende differenti, in teoria concorrenti? Perche’ deve essere sempre lui a dirmi che la “House of Freedom” ha definito l’Italia un paese semi-libero? Perché mentre mentre il Sig. Grillo riceveva il premio di "Eroe Europeo" dal Times, i nostri mezzi di comunicazione (compreso il Suo giornale) lo ignoravano? perchè gli stessi mezzi di informazione (?) non mi raccontano queste cose, magari dandomi insieme a una versione differente la possibilità di farmi un’ opinione più completa sulle cose?

Il Sig. Grillo in questi stessi anni si e’ anche impegnato sui temi dell’ambiente. In particolare su quelli dell’inquinamento, della gestione e riciclo dei rifiuti, delle fonti di energia alternativa. Non fosse stato per lui non avrei mai saputo che , per esempio, il Brasile produce una grossa percentuale della propria energia usando il solare, o che in Germania esistono interi paesini che non solo fanno questo ma che anche rivendono il surplus di quello che producono alla rete energetica nazionale. Non avrei mai saputo che gli inceneritori producono un danno maggiore di quello che cercano di risolvere (le nanoparticelle…ne ha sentito parlare?). E via di questo passo…come mai i mezzi di informazione non mi raccontano queste cose?

Se non l’ha ancora fatto la invito a documentarsi sul Blog del Sig. Grillo. Li troverà tutto quello che le serve perché lei e i suoi colleghi vi facciate un’ opinione un tantino più informata su chi sia il Sig. Grillo, su cosa faccia e dica. Spero vi riusciate anche a rendere conto di come effettivamente funzioni un Blog. Vede, sig direttore, mentre un giornale pubblica una lettera (o magari due o tre) per ogni 50-100 articoli, la proporzione (nel Blog del sig. Grillo) in un blog è invertita: ogni articolo (li si chiamano “post”) riceve circa 1000-2000 commenti. Quale giornale in Italia permette un simile scambio di opinioni con i propri lettori?

Caro sig Direttore, chi le scrive lo scorso 8 settembre é andato a Roma per partecipare insieme ad altri 300.000 cittadini italiani al famigerato “V-day” e per firmare (anche se poi non c'e' riuscito) una proposta di legge popolare che chiede che vengano stabilite tre cose molto semplici:

1-L’ impossibilità di eleggere condannati con sentenza definitiva

2-L’impossibilità di eleggere la stessa persona per più di due mandati consecutivi

3-La possibilità di eleggere direttamente i propri rappresentanti

Perché i mezzi di informazione di massa si concentrano su un nome, su un’etichetta (il famoso “Vaffa”) invece di guardare alla sostanza delle cose? Perché nessuno discute seriamente questa proposta di legge da due settimane depositata in parlamento? Perché nessuno fa pressione perché il parlamento la discuta? 300.000 firme vi sembrano poche? Per presentare una legge popolare ne bastano 50.000…

Davvero le sembra che un’ iniziativa del genere sia da disprezzare come anti-politica?

Davvero le sembra che tutto questo sia qualunquismo, voglia di fascismo, rabbia irrazionale, voglia di uomo-forte e via dicendo?

Spero di ricevere presto una sua opinione in merito

Gabriele Amore

1 commento:

Antonio Emidio ha detto...

Ciao Gabreiele
La tua è una speranza vana.... questa lettera cadrà sorda come tante che chiedono di fare chiarezza negli anfratti del regime italiano. I media possono ignorare un qualsiasi numero di persone, perchè non guadagnano più nulla nella vendita di informazione, in quanto sovvenzionati dallo stato, dalla pubblicità e solo in minima parte con l'euro che lasci quando compri la carta straccia o paghi la tassa canone. Gli stessi direttori (salvo rare eccezioni) sono piazzati strategicamente dai proprietari per mantenere lo status quo... come può una testata di proprietà Fiat sparare a zero contro l'azienda? (e non faccio esempi più facili)
La colpa di tutto questo è comunque di noi italiani, incapaci storicamente di lottare per i nostri diritt, ma sempre pronti a criticare e basta tutto quello che accettiamo di subire... tanto la scappatoia c'è sempre.
Mi fermo, tanto chi scrive non è meglio di chi leggerà.... siamo tutti nella stessa barca e tutti italiani....
ciao

Antonio

Come inserire un post

Per inserire un Post bisogna necessariamente rivolgersi ai moderatori attraverso questo indirizzo email: anton.dohrn@gmail.com e se verranno rispettati i "criteri di correttezza" per la pubblicazione, quindi: 1-Firmati 2-Non offensivi delle persone 3-Circostanziati (provvisti di argomentazioni ragionevoli) saranno inseriti online nel Blog. Per inserire un commento ad un post invece, bisognerà essere in possesso di un account gratuito seguendo semplicemente questo link @gmail.com il commento sarà pubblicato sempre nel rispetto delle regole di correttezza già indicate. in ogni caso per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci: anton.dohrn@gmail.com